Skip to main content
WIKICONDOMINIO

L'enciclopedia libera del condominio

Direttiva Europea sull’ efficienza energetica degli edifici e neutralità climatica entro il 2050

Avv. Sabina Vuolo


Quando il mattone diventa capro espiatorio per la riduzione di emissione di CO2, un “parto” avvenuto dopo dodici mesi di modifiche al progetto iniziale per andare incontro alle esigenze dei vari stati membri, giungendo all’approvazione di un testo finale più elastico e meno stringente sui tempi di adeguamento per l’edilizia.

L’ambiziosa direttiva sulle “case green” richiede, innanzitutto, che ogni stato membro invii il proprio piano di ristrutturazione da approvare entro il 2026 e sottoposto a revisione ogni 5 anni, con l’obiettivo di ridurre gradualmente il consumo di energia degli edifici residenziali sino ad arrivare al 2050 ad emissioni zero. logo grafico in 2d di una casetta di colore verde stilizzata che poggia su una foglia

Altro importante punto della direttiva è l’eliminazione dell’uso di combustibili fossili nelle abitazioni, comprese le caldaie gas metano, difatti dal prossimo anno gli stati membri non prevederanno incentivi fiscali per tali tipi di sistemi di riscaldamento. Saranno, invece, previsti incentivi che riguardino i sistemi di riscaldamento ibridi ossia quelli che combinano caldaie e pompe di calore con un'unica centralina.

I nuovi edifici dell’Unione Europea, inoltre, per essere “green” dovranno essere “solar-ready” ovvero predisposti per l’installazione di impianti fotovoltaici o solari, per quelli esistenti l’adeguamento è stato previsto dal 2027.

Quindi, va da sé che questi nuovi requisiti andranno a sostituire le superate classi energetiche e riguarderanno gli edifici più vetusti andando ad impattare gran parte del patrimonio immobiliare, ecco perché una volta recepita la direttiva dai singoli stati   questa dovrà guidare la regolamentazione nazionale in tema di edilizia, impiantistica e di materiali. A questo punto non ci resta che concludere dicendo “che la transizione energetica abbai inizio!” per un'Europa più sostenibile e collaborativa nella lotta al cambiamento climatico e ad una maggiore consapevolezza al risparmio energetico.

Normativa di riferimento

EPDB acronimo di Direttiva Europea sull’ Efficienza Energetica in Edilizia, direttiva recepita in Italia con il Decreto Legislativo 192/2005 e successive modifiche

Il podcast dedicato